Conclusione dei Contratti nell’Idem

Approfondiamo il tema sulle modalità di conclusione dei contratti nel Mercato degli strumenti derivati, a causa dalla maggior complessità che questo aspetto ricopre nell’IDEM rispetto a quanto accade invece negli altri mercati gestiti da Borsa Italiana

Contrariamente a quanto abbiamo fatto trattando le modalità di negoziazione dei contratti nel mercato MTA, dove sono state descritte anche le modalità di conclusione degli stessi, parlando dell’IDEM è opportuno affrontare questo aspetto in maniera a se stante. Esistono infatti alcune modalità di conclusione dei contratti, diverse dal semplice abbinamento automatico, che necessitano di una certa attenzione.

Come avviene di norma anche per gli altri mercati, durante la negoziazione continua, che ricordiamo essere l’unica fase di negoziazione, la conclusione dei contratti avviene, per le quantità disponibili, mediante abbinamento automatico di proposte di segno contrario presenti nel mercato e ordinate secondo i criteri di priorità di prezzo e di tempo:

l’immissione di una proposta con limite di prezzo determina l’abbinamento con una o più proposte di segno contrario aventi prezzo uguale o migliore della proposta inserita;
l’immissione di una proposta senza limite di prezzo (“al prezzo di mercato”) determina l’abbinamento della stessa con una o più proposte di segno contrario presenti sul mercato al momento dell’immissione della proposta.
L’esecuzione parziale di una proposta “al prezzo di mercato” determina l’immediata cancellazione della quantità ineseguita. L’esecuzione parziale di una proposta con limite di prezzo dà luogo, per la quantità ineseguita, alla creazione di una proposta che rimane esposta nel mercato con il prezzo e la priorità temporale della proposta originaria.

L’esecuzione delle proposte combinate standard e delle proposte combinate tailor made (TMC) avviene:

mediante abbinamento automatico con “proposte singole” di segno contrario presenti sul mercato oppure;
nell’apposito book di negoziazione, mediante abbinamento automatico con altre proposte combinate standard e TMC di segno contrario presenti nel book medesimo e ordinate secondo i criteri sopra citati.

In aggiunta a queste, esistono poi particolari modalità di conclusione dei contratti:

possono essere immesse proposte di negoziazione (c.d. interbank) finalizzate alla conclusione di contratti nei quali la controparte sia costituita esclusivamente da un operatore predeterminato, purché a un prezzo compreso tra la migliore proposta in acquisto e la migliore proposta in vendita, estremi esclusi;
possono essere immesse proposte di negoziazione (c.d. internal) finalizzate alla conclusione di contratti nei quali la controparte sia costituita esclusivamente dallo stesso operatore che ha immesso le proposte, purché a un prezzo compreso tra la migliore proposta in acquisto e la migliore proposta in vendita, estremi esclusi;
per il Futures su S&P/MIB, il Futures su azioni, l’Opzione su S&P/MIB e l’Opzione su azioni, il prezzo dei contratti conclusi con le modalità “interbank” e “internal” può non essere compreso nell’intervallo ivi indicato qualora:
la quantità oggetto del contratto sia superiore a determinate soglie (c.d. “block trades”)
lo scostamento del prezzo del contratto rispetto ai migliori prezzi presenti sul book di negoziazione non superi il limite massimo di variazione.

La conclusione dei contratti viene garantita dalla società Cassa di Compensazione e Garanzia che funge da controparte agli operatori, assumendo in proprio le posizione aperte dagli operatori stessi (viene eliminato il rischio di controparte), i quali per essere ammessi al sistema di compensazione devono assumere la qualifica di Partecipante (aderente) Diretto, Generale o Individuale (diviene controparte della Cassa stessa), o come Partecipante (aderente) Indiretto (diviene controparte di un Partecipante Generale).

È ammessa la procedura di give-up, che consente che la compensazione e garanzia dei contratti conclusi da un operatore ammesso alle negoziazioni sul mercato IDEM (negoziatore) per conto di un proprio committente siano effettuate dal committente stesso o da un diverso operatore (compensatore) designato dal committente.

L’operatore che svolge la funzione di compensatore in un contratto di give-up deve essere, in ogni caso, aderente generale o aderente individuale al sistema di compensazione e garanzia.

Tutti i contratti conclusi vengono registrati in un apposito archivio elettronico almeno con le indicazioni relative al numero progressivo del contratto, all’orario di inserimento delle proposte, all’orario di esecuzione, alla serie negoziata, alla quantità e prezzo unitario, al codice identificativo e alla posizione contrattuale degli operatori acquirenti e venditori, il tipo di conto (proprio o terzi), nonché l’eventuale indicazione di apertura o chiusura di posizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll To Top